Lorenzo di Bicci

Madonna col Bambino in Trono fra Quattro Santi, c. 1380

La Madonna qui è raffigurata in trono mentre solleva il Bambino; ai due lati, su due registri si dispongono a sinistra i santi Ludovico da Tolosa e Caterina d’Alessandria e a destra Antonio abate e Giovanni Battista. Il dipinto, opera del pittore fiorentino Lorenzo di Bicci, costituisce lo scomparto maggiore e centrale di un tabernacolo, i cui sportelli laterali tuttavia sono andati perduti. All’inizio del XX secolo la tavola si trovava nel castello di Vincigliata presso Fiesole, nelle raccolte dell’uomo politico inglese John Temple Leader, amico e allievo dello storico dell’arte John Ruskin. Fu forse il carattere severo delle figure, che rimandano alla tradizione di Giotto, Bernardo Daddi e degli Orcagna e che dunque donano all’opera un’indole vagamente retrospettiva, ad affascinare il gusto del gentiluomo britannico, educato alla semplicità e all’immediatezza espressiva dei dipinti religiosi del Trecento, e in particolare della stagione che fece seguito al doloroso passaggio della peste.